PAK HOK PAI
INSTITUTE
        scuola di kung fu tradizionale
                                                        stile tibetano della gru bianca
 

alcune fasi di allenamento di Andrea Brighi con Sifu Carlo Tonti

foto del primo gruppo della scuola di Bologna

momenti di pratica della scuola al parco

KUNG FU PAK HOK PAI - Lo stile tibetano della Gru Bianca


Nato in Tibet attorno alla metà del XV secolo si è poi diffuso in Cina nella regione del Canton per poi arrivare ad Hong Kong. Rimasto inalterato e trasmesso attraverso una genealogia sicura è uno tra gli stili di kung fu più antico. Veniva insegnato alle guardie del corpo dell’imperatore e ha notevoli proprietà legate al mondo del benessere grazie alla punta di diamante del suo programma, il Min Loy Ciam, un set di forme (7) eseguito lentamente e comunemente chiamato Taiji dei Lama o Taiji Single Leg (Taiji su una gamba sola), o Mui Fa Jo Kune ossia il pugilato eseguito sui pali a forma di susino.

Il Pak Hok Pai, termine cantonese che significa Gru Bianca, ha origini in Tibet ed è uno dei più antichi tra gli stili classici di kung fu. La storia della sua nascita narra di un anziano monaco tibetano, di nome Ho Ta To, che rimase affascinato dai movimenti elusivi e dagli abili colpi di becco di una giovane gru bianca, impegnata a difendersi dall’attacco di un gorilla. Da quel giorno studiò e affinò quanto osservato, dando vita a quello che oggi è noto come "Sistema Tibetano della Gru Bianca". Questa antica arte consente di acquisire tecniche di difesa personale molto efficaci; è rimasta inalterata fin dai tempi dell’antico impero cinese, dove veniva utilizzata come sistema di combattimento dalle guardie personali dell'imperatore. Il Pak Hok Pai è basato su movimenti evasivi del busto, potenti colpi di braccia e giochi di gambe.


Principi fondamentali:
CAN determinazione
SHAN capacità di evadere
JIE intercettare
CHUAN penetrare

MIN LOY CIAM YAU KUNE (Tai Chi Tibetano) - Pugno lento dell’ago avvolto nel cotone -


Min Loy Ciam il pugno lento (Yau Kune) dell’ago avvolto nel cotone è l’antica forma interna del Pak Hok Pai, stile fondato dal monaco tibetano Lama Ho Ta To. Questa forma è anche conosciuta con il nome Mui Fa Jo Kune ossia il pugilato eseguito sui pali a forma di susino, per il fatto che l’esecuzione estremamente lenta e morbida viene eseguita, a livelli avanzati, sui pali posti a forma di susino (1.5 m da terra). Il Min Loy Ciam è fondato sull’oscillazione del corpo in avanti e indietro bilanciando così il proprio peso corporeo permettendo al movimento di effettuare un massaggio sull’intera zona plantare del piede. Questa forma permette di acquisire una grande sensibilità, armonia interiore, equilibrio e bilanciamento, grazie sia al suo tipico modo di essere eseguita che ai suoi continui trasferimenti di peso.

I movimenti, eseguiti estremamente lenti e fluidi, hanno lo scopo di ottenere la massima forza partendo dalla massima morbidezza. Il principiante inizia con la pratica del Tau Lo Sau: questa è la tecnica di muovere le braccia come se dovessero creare dei vortici sull’acqua, per poi coordinare tale esercizio con l’oscillazione in avanti e indietro del corpo. I passi sono leggeri ed il peso del corpo deve venire trasferito con estrema delicatezza, quasi come si camminasse sulle nuvole. La forma è costituita da 7 sezioni che vengono insegnate separatamente per poi formare un’unica forma. Il primo scopo e trovare i giusti equilibri , eliminare completamente le tensioni e rendere i movimenti fluidi e continui; naturalizzare la respirazione e alleggerire il tocco di appoggio del tallone che va a cercare la sua base.

Raggiunti questi obiettivi il praticante inizierà a sentire, attraverso un intenso lavoro di fluidità e continuità dei movimenti, la propria energia, il proprio Chi, che incomincia a circolare liberamente. A questo livello si sposta l’attenzione sulla respirazione rendendo i respiri sempre più profondi e di lunghi fino ad entrare in uno stato di meditazione in movimento. Il Min Loy Ciam è considerata una forma tantrica.

PAK HOK PAI BOLOGNA

di Italo Andrea Brighi

Copyright © 2009 Pak Hok Pai Bologna. All rights reserved.

Tel. +39.370.327.35.03 - @: info@pakhokpai.it

homepak_hok_pai.htmlpak_hok_pai.htmlshapeimage_4_link_0
storiapak_hok_pai_-_kung_fu_tibetano_-_bologna_-_storia.htmlshapeimage_5_link_0
maestripak_hok_pai_-_kung_fu_tibetano_-_bologna_-_maestri.htmlshapeimage_6_link_0
corsipak_hok_pai_-_kung_fu_tibetano_-_bologna_-_corsi.htmlshapeimage_7_link_0
scuolashapeimage_8_link_0